KIOKU - un'idea, fatta a fiore. fiore, regalo, gadget, kioku, idea, pianta, vaso, seme, natura, pensiero, memoria, giapponese. Kioku è il nuovo modo di regalare un fiore. Stupisci le persone che ti stanno a cuore regalando loro Kioku. Kioku è una coloratissima scatola - idea regalo che contiene tutto il necessario per far crescere in poco tempo una splendida pianta e un fiore. All'interno della scatola Kioku, troverai le istruzioni per l'uso, un vasetto, una compressa di torba e alcuni semi. Kioku è un gadget adatto a ogni occasione: un pensiero, un regalo per San Valentino, un omaggio floreale, un'idea per una bomboniera originale, una festa, un ornamento. Kioku rivoluziona il tipico gesto di regalare un fiore. Kioku è una parola di origine giapponese. Il suo significato è memoria. Kioku è il modo più carino e particolare per farsi ricordare e per ricordare alle persone importanti che le hai pensate. Tutto questo con un fiore. Kioku: per gli inguaribili romantici postmoderni

KIOKU
un'idea, fatta a fiore

e-mail:

vai alla versione flash

 

COS'È KIOKU
COME SI USA KIOKU
I FIORI
PER LE AZIENDE
CONTATTI

Kioku è il nuovo modo di regalare un fiore.

Stupisci le persone che ti stanno a cuore regalando loro Kioku.
Kioku è una coloratissima scatoletta che contiene un'idea regalo innovativa: tutto il necessario per far crescere in poco tempo uno splendido fiore.
All'interno della confezione di Kioku, troverai un vasetto realizzato in materiale ecologico, una compressa di torba liofilizzata e una bustina con alcuni semi.
I semi Kioku sono di diverse tipologie: Tagete Nano Honeycomb, Bella di Giorno, Lathyrus Odoratus, Zinnia Nana Thumbelina, Alisso Bianco, Girasole Pacino, Nasturzio Whirlybird, Calendula Nana, Basilico di Genova, Menta e persino il Peperoncino.

Dare la vita a Kioku è molto semplice: una volta estratto il contenuto dalla scatola, è sufficiente mettere il vasetto su un piattino e bagnare con alcuni cucchiai d'acqua la compressa di torba. Essa crescerà fino quasi a riempirlo. Bisogna poi inserire i semi all'interno della terra, facendo attenzione che siano ben interrati e non vengano colpiti dalla luce. Mantenendo la terra umida, in alcuni giorni la piantina germoglierà. Quando sarà cresciuta è necessario interrare tutto il vasetto, realizzato in un materiale speciale atto a favorire la radicazione del fiore, in un vaso più grande. Con il tempo Kioku fiorirà, dando vita alla tua simpaticissima idea regalo!

Kioku: l'idea regalo!

La persona che riceverà Kioku in regalo non potrà fare a meno di pensarti: sempre, giorno dopo giorno.
Kioku è un pensiero, un gadget adatto a ogni occasione:un piccolo ma affascinante omaggio floreale, un'idea regalo per San Valentino, una bomboniera assolutamente originale, il piccolo ma originale presente per una festa...

Kioku rivoluziona il tipico gesto di regalare un fiore

Kioku è una parola di origine giapponese. Il suo significato è memoria. Kioku è il modo più carino e particolare per farsi ricordare e per ricordare alle persone importanti che le hai pensate. Tutto questo con un fiore.

Kioku: per gli inguaribili romantici postmoderni.

TORNA SU - VAI ALLA VERSIONE FLASH

 

COS'È KIOKU
COME SI USA KIOKU
I FIORI
PER LE AZIENDE
CONTATTI

1.
La confezione di Kioku contiene tutto il necessario per far nascere uno splendido vasetto di fiori. Per ottenere il miglior risultato, segui attentamente le istruzioni e leggi
le note relative ai periodi di semina e fioritura riportate sul fondo della confezione.

2.
Metti il vasetto su un piattino (ad es. un piattino della tazzina da caffé).
Inserisci la compressa di torba dentro il vasetto, avendo cura di porre il lato cerchiato (con il buco centrale nel rivestimento) rivolto verso l’alto.
Versa alcuni cucchiai d’acqua fresca sulla compressa di torba contenuta nel vasetto. In 10/15 minuti crescerà di 5/6 cm fino a riempire oltre metà del vasetto.

3.
FIORI CON POCHI SEMI GRANDI

Estrai i semi dalla bustina (da 2 a 6, a seconda del tipo di semi) ed interrali di mezzo centimetro nella compressa di torba in modo che non vengano colpiti dalla luce. È importante che i semi vengano distribuiti in modo uniforme e non si tocchino tra loro.

FIORI CON TANTI SEMI FINI
La bustina contiene numerosi semi minuscoli. Per interrarli e affinché il processo di germinazione inizi al meglio, scava un buco profondo circa mezzo centimetro, magari aiutandoti con un cucchiaino. Ora versa nel buco il contenuto della bustina, distribuendolo uniformemente sulla superficie, e poi ricopri nuovamente il tutto con la terra, in modo tale che i semini non vengano colpiti dalla luce.

4.
Ora puoi posizionare Kioku seguendo le indicazioni riportate sul fondo della confezione (mai vicino a fonti di calore).Ricordati che Kioku ha costantemente bisogno di acqua, la torba deve sempre rimanere umida.
Si consiglia quindi di bagnarla frequentemente (una volta al dì).

5.
Quando la piantina inizia a crescere, bisogna interrare tutto il vasetto in un vaso più grande pieno di terra.
Il vasetto è realizzato con un materiale naturale (composto di torba) che, interrato, si scioglierà nel tempo, incrementando la radicazione e la crescita della pianta.

6.
Grazie alle tue cure e alle tue attenzioni, Kioku diventerà un bellissimo vasetto di fiori.
Ti raccomandiamo di seguire attentamente le indicazioni riportate sul fondo della confezione.

TORNA SU - VAI ALLA VERSIONE FLASH

 

COS'È KIOKU
COME SI USA KIOKU
I FIORI
PER LE AZIENDE
CONTATTI

I FIORI DI KIOKU

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Tagete nano “Honeycomb”

Piantina non più alta di 25 cm., è molto rustica e di facile coltura. Le foglie profondamente divise sono di un bel verde, mentre i fiori a capolino, simili a piccoli garofani, abbondanti per tutta la stagione, hanno colori che variano dal giallo all’amaranto. Se sfregate, le foglie emanano un odore pungente.
Molto adatte per bordure, le tagetes sono graziose anche coltivate singolarmente, poichè formano dei piccoli cespugli compatti e rigogliosi.
Semina: da aprile a giugno all'aperto.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: a 18° 5-15 giorni.
Fioritura: da maggio a ottobre.
Altezza max pianta: 25 cm.
Germinabilità: 75%
Purezza: 95%
La confezione contiene: n. 5 semi ca.

Ditelo con Kioku!
I fiori del tagete, con i loro colori morbidi e incisivi simboleggiano la capacità di comprensione, la comunicabilità, l’abilità nel risolvere questioni legali e stimolano la sfera onirica.

Informazioni sul fiore
Nome scientifico: Tagete tenuifolia.
Descrizione: pianta semirustica, annuale, ramificata, di facile coltivazione in esterno, ma adatta anche al terrazzo, in ciotole e fiorere. Ha fusto eretto, robusto, foglie pennate di un verde intenso e capolini di colore variabile dal giallo al mogano, composti da petali arricciati. Fiorisce sino ad autunno inoltrato.
Origini: America centrale.
Clima: temperato caldo.
Esposizione: soleggiata e aperta.
Terreno: cresce bene in terreni normali e ben drenati.
Annaffiature: non ama la troppa umidità e i ristagni.
Concimazione: concimare ogni tanto, se si notano segni di sofferenza, nell’acqua dell’innaffiatura.
Potatura: non necessita di cimature. Rimuovere i fiori appassiti.
Moltiplicazione: avviene per seme. Le tagetes si seminano da febbraio ad aprile in luogo protetto e si trapiantano alla fine di maggio, oppure si seminano all’aperto e si mettono a dimora in giugno.
Parassiti e malattie: Le tagetes non temono le più comuni malattie.

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Bella di giorno

Pianta delle convolvulacee che prende il nome dal fatto che i fiori, la sera, si chiudono. Ha fusto gracile e rapicante e fiori dalla corolla imbutiforme a tre colori: dall’azzurro al lilla nella parte esterna, bianca al centro e giallo scuro nel cuore. E’ una pianta facile da coltivare: ama terreni sciolti e ben drenati e ha una fioritura lunga e generosa.
Semina: da marzo ad aprile in casa, da metà aprile all'aperto.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 5-14 giorni.
Fioritura: da luglio a ottobre.
Altezza max pianta: 35 cm.
Germinabilità: 80%
Purezza: 95%
La confezione contiene: n. 3 semi ca.

Ditelo con Kioku!
La colorazione vivace e smagliante ha fatto di questo fiore il simbolo della civetteria.

Informazioni sul fiore
Nome botanico: Convolvulus tricolor.
Famiglia: convolvulaceae.
Descrizione: pianta annuale erbacea, rampicante o prostrata, lunga circa 40 cm. Ha foglie alterne, con bordi e nervature inferiori cigliate, fiori peduncolati, solitari, ascellari. I fiori, che si aprono al mattino e si chiudono la sera, dando il nome alla pianta, hanno una grande corolla inbutiforme a tre fasce di colori, esterna blu, mediana bianca, interna, nella gola, gialla.
Periodo di fioritura: estate.
Area di origine: Europa meridionale, nord Africa.
Clima: mediterraneo.
Esposizione e luminosità: esporre a pieno sole.
Temperatura: clima temperato. Non sopporta freddi eccessivi.
Terreno: predilige i terreni ricchi di calcio ma si adatta a tutti i terreni robusti, purchè ben drenati.
Irrigazione: rifugge l'eccesso di umidità.
Concimazione: giovano le concimazioni organiche al terreno, precedenti la semina o la piantagione e le concimazioni liquide.
Propagazione: per seme, in primavera, seminando sul posto perchè mal sopporta i trapianti; oppure in vasetti di torba che possono essere interrati.
Potatura: non necessita di potature particolari, eliminare solo le parti secche o danneggiate.
Note: necessita di piccoli sostegni, se la si vuole rampicante, niente se cadente.

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Calendula nana

Di facile coltivazione, le calendule abbelliscono i giardini, formando allegre macchie di colore o basse bordure lungo i vialetti. Sui terrazzi fanno bella mostra di sè in grandi ciotole. I fiori, simili a grosse margherite doppie, hanno petali sottili e allungati. Poco esigenti, le calendule ripagano con una lunga e generosa fioritura le poche cure di cui abbisognano.
Semina: marzo-aprile in casa, da metà aprile a maggio all'aperto (15°).
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 15-20 giorni.
Fioritura: da giugno a ottobre.
Altezza max pianta: 25 cm.
Germinabilità: 80%
Purezza: 97%
La confezione contiene: n. 3 semi ca.
Note: a temperature miti (ad es. sud Italia) può essere seminata anche in settembre con fioritura invernale.

Ditelo con Kioku!
Il termine calendula deriva dal latino calendae che vuol dire primo giorno del mese. Il significato del nome con il quale si indica questo fiore è da attribuirsi al fatto che la sua fioritura avviene, nelle zone a clima temperato, in ogni periodo dell'anno, simboleggiando così la costanza, ma anche, grazie al suo colore solare: gioia, allegria e soddisfazione per il successo raggiunto.

Informazioni sul fiore
Nome Scientifico: Calendula officinalis.
Nome botanico: Calendula.
Descrizione: pianta fiorita erbacea, annuale, di facile coltivazione in esterno, ma adatta anche all’appartamento (meglio se sul balcone). Forma densi ciuffi di foglie allungate, di colore verde intenso, ricoperte da una fitta peluria grigiastra. I cespi sono alti 20-30 cm. Dalla primavera inoltrata fino all'estate produce numerosissimi fiori a margherita, di colore giallo o arancione, semplici o doppi, con un delicato profumo di limone.
Esposizione: pieno sole o mezz'ombra. Teme il freddo e le gelate tardive.
Terreno: preferisce terreni ricchi, sciolti e leggeri, molto ben drenati; anche se si sviluppa bene in qualsiasi tipo di terreno, anche sassoso. Le calendule si possono coltivare anche in contenitore.
Annaffiature: le calendule si accontentano della pioggia, sopportando senza problemi brevi periodi di siccità; per una fioritura abbondante però vanno annaffiate regolarmente.
Concimazione: ogni 10-15 giorni è bene fornire del concime per piante da fiore, mescolato all'acqua delle annaffiature.
Propagazione: avviene per seme. Le calendule si seminano in semenzaio, in letto caldo in gennaio-febbraio, oppure direttamente a dimora, in autunno o in marzo-aprile. Generalmente nelle zone temperate tendono ad autoseminarsi, rinascendo ogni anno.
Parassiti e malattie: le caledule sono piantine resistenti agli attacchi di parassiti ed alle più comuni malattie.

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Alisso bianco o viola

L'alisso bianco è detto anche “fiore delle spose”, è una pianta erbacea alta 10/15 cm, dalle foglioline verdi o grigiastre, che si ricopre di numerosissimi fiorellini bianchi riuniti in racemi a forma di ombrello. Forma nel giardino grandi macchie bianche delicatamente profumate. Si adatta bene a popolare giardini rocciosi, vegeta sui muretti e negli spazi tra le pietre. Ama esposizioni soleggiate o a mezz’ombra.
Una nuvola viola, composta di mille fiorellini profumati. L’alisso viola, dall’apparenza così delicata, è invece una pianta robustissima, che ci terrà compagnia per tantissimi mesi.
Semina: da marzo a maggio.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 5-15 giorni.
Fioritura: da giugno a ottobre.
Altezza max pianta: 15 cm.
Germinabilità: 70%
Purezza: 98%
La confezione contiene: n. 200 semi ca.

Ditelo con Kioku!
L’alisso bianco è chiamato anche ”fiore della sposa” perchè simboleggia la purezza e il candore ed è molto usato per composizioni e bouquet nelle cerimonie nuziali.

Informazioni sul fiore
Nome Scientifico: Lobularia maritima.
Nome botanico: Alyssum maritimum.
Varietà: Alba (fiori bianchi).
Descrizione: pianta perenne coltivata come annuale, molto rustica. Il fusto è molto ramificato, semistrisciante, lungo circa 30 cm. Ha piccole foglie di colore grigio-verde e produce grappoli di fiori bianchi che emanano profumo di miele.
Periodo di fioritura: fiorisce in primavera e oltre, da aprile fino ai primi freddi.
Area di origine: Europa e nord Africa.
Clima: temperato.
Uso: molto utilizzato nei giardini rocciosi, l’alisso si coltiva anche in vaso, come pianta ricadente.
Esposizione e luminosità: predilige posizioni molto soleggiate, troppa ombra può causare scarse fioriture. Ideale per balconi e giardini, se seminata in casa va tenuta possibilmente sul davanzale o vicino alla finestra ma lontana dai caloriferi.
Temperatura: non teme il freddo, ma predilige un clima temperato.
Terreno: si adatta bene a quasi tutti i tipi di terreno, si sviluppa meglio in terreni poveri. L'apparato radicale dell'alisso è poco profondo, quindi si può coltivare anche in zone con scarse quantità di terreno, come su muretti a secco o nei giardini rocciosi.
Irrigazione: si accontenta delle pioggie. Annaffiare solo in periodi di elevata e persistente siccità.
Concimazione: ogni 15/20 giorni somministrare un concime universale mescolato all’acqua di irrigazione.
Propagazione: avviene per seme, direttamente a dimora, in aprile-maggio, o anche in contenitore già in febbraio, in luogo riparato dal freddo.
Rinvaso: le piante tenute in vaso devono essere rinvasate quando il contenitore si dimostra troppo piccolo per le dimensioni della pianta.
Potatura: non necessita di potature particolari, eliminare solo le parti secche o danneggiate.
Parassiti e malattie: le piccole piante di alisso, pur avendo un aspetto tanto delicato, sono resistenti a parassiti e malattie.

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Girasole Pacino

L’altezza massima di queste piantine è di circa 30 cm., ma le caratteristiche del girasole ci sono tutte, dal grande fiore giallo carico, al fogliame verde brillante, allo stelo rigido e robusto. Se si desidera un fiore più bello, togliere i boccioli laterali, altrimenti lasciare che la piantina, davvero graziosa, si sviluppi anche in larghezza, portando a fioritura diversi boccioli più piccoli. Per crescere bene abbisogna di terreno sciolto e ricco di humus.
Semina: da marzo ad aprile in casa, maggio e giugno all'aperto (15/18°).
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 5-17 giorni con temperature di 15/18°.
Fioritura: da luglio a settembre.
Altezza max pianta: 30 cm.
Germinabilità: 80%
Purezza: 100%
La confezione contiene: n. 3 semi ca.

Ditelo con Kioku!
Il Girasole comunica allegria e orgoglio. Poiché si volge sempre al sole esprime un forte significato: “Ciò che il sole è per lui, tu sei per me!”. Per taluni simboleggia adulazione, per altri riconoscenza verso l'astro che gli permette di vivere. Il giallo chiaro del fiore esprime la luce del sole, l'intelletto, l'intuito, la fede e la bontà.
Per i cinesi il girasole è uno dei simboli dell'immortalità. Per gli antichi popoli americani era il simbolo del sole e ornava gli abiti e il capo di sacerdoti e sacerdotesse durante le cerimonie dedicate al dio.

Informazioni sul fiore
Nome Scientifico: Heliantus annuus.
Nome botanico: Girasole.
Famiglia: compositae.
Descrizione: pianta fiorita, coltivabile in esterno o in vaso, di facile coltivazione e reperibilità.
Durata: annuale.
Periodo di fioritura: estiva.
Area di origine: America del nord.
Clima: temperato caldo.
Uso: la varietà Pacino, a crescita ridotta, può essere coltivata in vaso, a differenza delle altre varietà che vanno coltivate in piena terra.
Esposizione e luminosità: se possibile esporre in pieno sole.
Temperatura: clima temperato.
Terreno: qualsiasi terreno in esterno, in vaso si utilizza un composto con prevalenza di torba.
Irrigazione: i girasoli non vanno bagnati spesso, lasciare asciugare leggermente il terreno tra un`annaffiatura e l`altra. Da evitare assolutamente ristagni d`acqua.
Concimazione: giovano le concimazioni organiche al terreno, in primavera.
Propagazione: per semina in primavera.
Rinvaso: le piante tenute in vaso devono essere rinvasate quando il contenitore si dimostra troppo piccolo per le dimensioni della pianta.
Potatura: eliminare i capolini laterali se si vuole ottenere un fiore centrale più bello.
Note: si chiama girasole perchè i capolini, nel primo periodo, seguono il movimento del sole.

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Zinnia nana “Thumbelina”

Le piantine di questa varietà di zinnia sono deliziose: alte circa 15 cm., sono diritte e ben formate, con un fiore centrale ed un fiore per ogni stelo laterale.
Le foglie allungate e a punta sono di un bel verde vivo. I fiori a pon pon sono molto vivaci, in tutti i toni dal giallo al rosso. Adatte per piccole bordure, sono deliziose anche coltivate singolarmente in piccoli vasi. Amano il sole.
Semina: da aprile a maggio all'aperto con temperatura minima di 20°.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 10-20 giorni.
Fioritura: da giugno a ottobre (primi freddi).
Altezza max pianta: 15 cm.
Germinabilità: 75%
Purezza: 98%
La confezione contiene: n. 3 semi ca.

Ditelo con Kioku!
Il portamento elegante ma rigoroso di questa pianta, con i suoi fiori dal tratto deciso, che non lascia spazio a frivolezze, ne fa il simbolo della semplicità.

Informazioni sul fiore
Nome botanico: Zinnia elegans.
Famiglia: asteracee.
Varietà: thumbelina.
Descrizione: pianta annuale erbacea, con fusto eretto, alta circa 15 cm. Ha foglie ovali verde scuro e fiori a pompon molto colorati.
Periodo di fioritura: estate.
Area di origine: Messico.
Clima: Mediterraneo caldo.
Esposizione e luminosità: esporre a pieno sole.
Temperatura: clima temperato. Non sopporta freddi eccessivi.
Terreno: fertile e ben drenato.
Irrigazione: rifugge l'eccesso di umidità. Annaffiare solo quando la terra è bene asciutta.
Concimazione: sottoporre a concimazioni liquide, nell’acqua delle annaffiature, ogni venti giorni.
Propagazione: per seme, in primavera, seminando in luogo riparato dai venti freddi e trapianto quando le piantine hanno 4 foglioline, facendo attenzione a non sciupare le fragili radici.
Potatura: non necessita di potature particolari, eliminare solo i fiori appassiti.
Malattie: teme le muffe che si formano in seguito alla troppa umidità e la cocciniglia farinosa.

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Nasturzio Whirlybird

Bella, vivace e robustissima, questa piantina, detta anche “capuccina”, se coltivata in zone temperate, diventa perenne, rinnovandosi di anno in anno. Una sola pianta, messa a dimora in un vaso capiente, forma una macchia di colore incantevole.
Rampicante, può essere anche usata per ricoprire terreni brulli o di difficile coltivazione. Ha fiori a imbuto in tutte le gamme del giallo e dell’arancio e foglie rotonde brillanti e carnose.
Semina: da aprile a maggio all'aperto (15°).
Esposizione: pieno sole-mezz'ombra.
Germinazione: 15-20 giorni.
Fioritura: da luglio a ottobre.
Altezza max pianta: 30 cm.
Germinabilità: 85%
Purezza: 95%
La confezione contiene: n. 2 semi ca.

Ditelo con Kioku!
Il nasturzio, detto volgarmente capuccina, per i suoi fiori a forma di elmo, evidenti e dai colori forti, simboleggia la lotta.

Informazioni sul fiore
Nome botanico: Tropoeolum.
Famiglia: Tropoeolaceae.
Descrizione: pianta fiorita erbacea, perenne coltivata come annuale. Ha foglie peltate, fiori peduncolati che si formano all’ascella delle foglie di colore dal giallo all’arancio vivo, con petali vellutati semplici o doppi.
Area di origine: America del nord.
Clima: temperato.
Uso: solitamente utilizzato in giardino, puo' essere coltivato anche in vasi e fioriere.
Esposizione: a seconda della specie e se coltivata in vaso o all'aperto, pieno sole o leggera ombra.
Temperatura: necessita di un clima temperato.
Terreno: drenante sciolto e fresco.
Irrigazione: necessita di innaffiature regolari.
Concimazione: concimare con fertilizzanti in granuli a lenta cessione.
Propagazione: per semina all'inizio del periodo primaverile.
Potatura: non necessita di particolari cure.
Malattie: teme afidi e acari.
Note: originario dei Paesi dell'America Centrale e Meridionale, il Nasturzio raggiunse il nostro Continente insieme a tanti altri prodotti tipici di quei Paesi come il tabacco, il cotone, ecc. e inizialmente fu coltivato come ortaggio e quindi comunemente utilizzato anche in cucina.

TAGETE - BELLA DI GIORNO - CALENDULA - ALISSO - GIRASOLE PACINO - ZINNIA - NASTURZIO - COLEUS

fiore_seme_memoria_natura_idea_regalo_idea_gadget_genova_memoria_fiore_pianta_fiore

Coleus

Pianta annuale dal fogliame assai ornamentale, dall’aspetto vellutato, vivacemente colorato, è ideale per piccole bordure o per essere coltivata in vaso.

Semina: in inverno/primavera in casa o in serra con successivo trapianto..
Esposizione: luminosa, ma non sole diretto.
Germinazione: 7/10 giorni. Temperatura ideale per la germinazione: 22°C.
Fioritura: i fiori sono insignificanti e vanno tolti per favorire il fogliame.
Altezza max pianta: 30 cm.
Germinabilità: 85%
Purezza: 92%
La confezione contiene: n. 20 semi ca.

Ditelo con Kioku!

Pianta dal bellissimo fogliame, porta in casa l’allegria, ma esiste anche una specie di Coleus, il Coleus forskohlii che contiene una sostanza, la Foskolina usata nella medicina ayurvedica per ottenere diversi preparati utilizzati per combattere i crampi muscolari e allo stomaco, la pressione sanguigna, le allergie, l'asma e la depressione.
Oltre a ciò una sua caratteristica è quella di favorire la perdita di peso. L'uso di questa sostanza deve comunque essere fatto sotto stretto controllo medico.

Informazioni sul fiore

Nome botanico: Coleus
Famiglia: Labiate
Descrizione: arbusto perenne coltivato come annuale, non supera in altezza i 30-40 cm. Ha foglie dai colori sgargianti gialle, rosse, rosa, variegate. I fiori sono insignificanti, blu o rosati, raccolti in spighe.
Periodo di fioritura: estate.
Area di origine: isola di Giava.
Clima: Mediterraneo.
Esposizione e luminosità: coltivare in posizione luminosa, ma a mezz’ombra, perchè il sole fa sbiadire le foglie.
Temperatura: teme il freddo.
Terreno: predilige i terreni ricchi e ben drenati.
Irrigazione: annaffiature abbondanti e ravvicinate.
Concimazione: concimare ogni 20-30 giorni.
Propagazione: per seme, in primavera, o per talea.
Le piante che si riproducono per talea hanno fogliame più colorato delle piante madri.
Potatura: in estate una leggerissima potatura ogni 2-3 settimane mantiene compatti i cespuglietti.
Note: Non sopporta temperature inferiori ai 16°. In inverno deve essere riparato in casa o in serra fredda. E’ cibo ambito dalle lumache. Esige cimature, concimazioni ed innaffiature frequenti durante il periodo estivo.

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

LE ERBE DI KIOKU

BASILICO - MENTA - PEPERONCINO ROSSO - ERBA CIPOLLINA - ORIGANO - TIMO - POMODORO

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

Basilico di Genova

Esistono 50/60 specie di questa aromatica originaria da Persia ed Africa, che, secondo alcuni, prende il nome dal “basiliscus” drago delle favole che uccideva con lo sguardo o rettile con sulla testa una cresta a corona. Il basilico era usato come antidoto contro il morso di queste creature terrificanti e, più realisticamente, di piccoli rettili. Ancora oggi in India il basilico santo, che viene coltivato attorno ai templi, si usa come antidoto per le punture degli insetti.
Oggi al basilico si riconoscono virtù digestive, stimolanti, antispasmodiche e antinfiammatorie. Compreso tra le “erbe di Marte”, favorisce la mascolinità. Se gettiamo un pugno di foglie di basilico nella vasca, ci prepariamo un ottimo bagno tonificante, mentre per conciliare il sonno basta bere una tazza di infuso prima di coricarsi.
Ma questa pianta dallo spiccato aroma è molto usata anche in cucina, per insaporire insalate, pomodori, minestre. Il suo uso ideale però è come base nella preparazione del pesto alla genovese.
Semina: da aprile a maggio in posizione calda e soleggiata.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 3-8 giorni.
Altezza max pianta: 25 cm.
Germinabilità: 65%
Purezza: 97%
La confezione contiene: n.1 pillola con all'interno 8-10 semi.

Ditelo con Kioku!
In India il basilico è associato a divinità positive. In molte regioni italiane gli innamorati manifestavano la serietà dei propri sentimenti passeggiando sotto al balcone della prescelta con un ramo di basilico tra i capelli. Al basilico la scienza moderna riconosce proprietà stimolanti, digestive, antinfiammatorie e antisettiche.

E quando avrai il tuo mazzetto di basilico, prepara il pesto alla genovese!

Ingredienti:
una manciata di foglie di basilico, 30 gr. di pinoli, 2 spicchi di aglio, 2 cucchiai di formaggio pecorino grattugiato e 4 cucchiai di formaggio grana grattugiato (alcune ricette prevedono una miscela al 50% dei due), un pizzico di sale, 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva.
Preparazione:
pestare nel mortaio le foglie di basilico lavate e asciugate, l’aglio, i pinoli, il sale e i formaggi. Quando tutto è ben amalgamato, versare l’olio lentamente, mescolando. Si può usare anche il frullatore, mettendo nel bicchiere tutti gli ingredienti contemporaneamente. Il pesto va preparato pochi minuti prima dell’uso e diluito con un po’ d’acqua di cottura della pasta.
Buon appetito!

Informazioni sulla pianta
Nome botanico: Ocymum basilicum.
Famiglia: Labiate.
Descrizione: pianta erbacea annuale, con fusto alto tra 25 e i 60 cm., ramificato, che tende a lignificare alla base. Ha foglie ovali, ampie, verdi nella pagina superiore. Si coltiva anche in vaso, sui terrazzi. I fiori sono bianchi, di rado rosei o violacei, riuniti in racemi. Le piante sono molto profumate in tutte le parti.
Periodo di fioritura: da maggio a settembre.
Area di origine: Persia e Africa.
Clima: Mediterraneo.
Esposizione e luminosità: pieno sole.
Terreno: calcareo concimato con stallatico.
Irrigazione: abbondante.
Concimazione: regolare.
Propagazione: per seme, in primavera.
Malattie: fitopatie provocate da crittogame specifiche dell’apparato vascolare. Peronospera.
Note: cimare le piante appena raggiungono le 4 foglie e i rami laterali a 3. Togliere la spiga floreale via via che si forma.

BASILICO - MENTA - PEPERONCINO ROSSO - ERBA CIPOLLINA - ORIGANO - TIMO - POMODORO

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

Menta

Nella zona mediterranea crescono 8 specie di Mentha, suddivise in circa 200 varietà e ibridi. La menta piperita, pianta erbacea ad apparato radicale rizomatoso, è originaria dell’Inghilterra dove nacque da un incrocio tra la Menta aquatica e la Menta viridis e fu battezzata “peppermint” dal medico naturalista John Ray.
(Da non confondersi con la mentuccia romana, del genere Calamintha, che ha foglie più piccole e fiori rosa lavanda).
Alla menta si attribuiscono diverse proprietà. Digestiva e antisettica, allevia il dolore delle coliche, combatte l’alito cattivo, ha un’azione antispasmodica sul sistema nervoso. E’ attiva anche contro l’aerofagia e l’emicrania da disturbi gastrici. Le sono pure riconosciute proprietà afrodisiache, eccitanti e stimolanti.
Mettendo in infusione 100 gr. di foglie fresche di menta in un litro di acqua a bollore, lasciando consumare per il 50% e aggiungendo 300 gr. di zucchero ogni mezzo litro di liquido si ottiene un ottimo sciroppo che va lasciato in infusione in una bottiglia, con l’aggiunta di alcuni rametti freschi di menta, per circa un mese, prima di consumarlo.
Semina: dalla fine di marzo alla fine di agosto.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 7-14 giorni.
Altezza max pianta: 25 cm.
Germinabilità: 75%
Purezza: 95%
La confezione contiene: n. 5 semi ca.

Ditelo con Kioku!
Pianta sacra ad Iside e a Thot, dio della medicina, possiede qualità antisettiche, digestive, eccitanti e stimolanti. Si dona per augurare solerte guarigione ma anche successo e ancorpiù ricchezza, denaro.

Informazioni sulla pianta
Nome botanico: Mentha piperita.
Famiglia: Labiate.
Descrizione: pianta perenne erbacea alta circa 85 cm. Ha foglie ovali, appuntite, dentate ai margini con le nervature marcate color verde glauco. L’infiorescenza è uno spicastro composto da numerosi fiorellini viola chiaro. Emana un profumo fresco molto caratteristico.
Periodo di fioritura: estate.
Area di origine: Eurasia.
Clima: Mediterraneo.
Esposizione e luminosità: mezzo sole, ma sopporta bene anche il pieno sole.
Temperatura: clima temperato. Non sopporta freddi eccessivi.
Terreno: permeabile piuttosto umido.
Irrigazione: abbondante.
Concimazione: non necessaria. Procedere solo in caso di terra molto arida.
Propagazione: per seme, in primavera.
Potatura: cimare la pianta appena inizia la fioritura, per stimolare l’emissione di getti laterali.
Malattie: sensibile all’azione della Puccinia menthae, un fungo che attacca solo le parti esterne e che si combatte bruciando gli steli infetti prima dell’autunno.
Note: d’inverno i fusti superficiali muoiono, poi rispuntano con la bella stagione.

BASILICO - MENTA - PEPERONCINO ROSSO - ERBA CIPOLLINA - ORIGANO - TIMO - POMODORO

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

Peperoncino rosso

In Europa arrivò con Cristoforo Colombo, ma nel Messico sembra che esistesse già 9.000 anni fa. E’ una piantina graziosa, dalle belle foglie verdi tra cui spiccano, a maturazione, peperoncini di forma conica color rosso vivo. Il peperoncino piccante, che deve la piccantezza alla capsicina, un alcaloide che provoca una sensazione di bruciore stimolando i recettori del gusto, ha varie proprietà riconosciute anche dalla medicina ufficiale. Antinfiammatorio, antiputrefattivo e antifermentativo, favorisce la secrezione dei succhi gastrici, decongestiona la gola infiammata e, usato con costanza, abbassa il colesterolo e i trigliceridi nel sangue. Potente antiossidante, è anche utile nella prevenzione delle degenerazioni tumorali. In cucina serve ad insaporire molti piatti tra cui i famosissimi “spaghetti aglio, olio e peperoncino”.
Semina: da dicembre a marzo in ambiente protetto.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 10-15 giorni a 21°.
Altezza max pianta: 25 cm.
Germinabilità: 69%
Purezza: 96%
La confezione contiene: n. 5 semi ca.

Ditelo con Kioku!
I peperoncini stimolano i processi digestivi, hanno potere vasodilatatore e anticolesterolo e sembrano prevenire le malattie cardiovascolari. Ma hanno anche fama di essere afrodisiaci.

Informazioni sulla pianta
Nome botanico: Capsicum chinense.
Famiglia: Solanacee.
Descrizione: pianta annuale, compatta, con foglie ovali, piccole, di un verde brillante. Alta 25 cm., si coltiva anche in vaso, sui terrazzi. I frutti sono bacche cave coniche color verde scuro che a maturazione diventano di un bel rosso vivo. All’interno ci sono i semi, attaccati alla placenta, una pellicola spugnosa molto piccante.
Periodo di fioritura: scalare da maggio a settembre.
Area di origine: Messico.
Clima: Mediterraneo.
Esposizione e luminosità: pieno sole.
Terreno: sciolto e concimato con stallatico prima dell’impianto.
Irrigazione: abbondante.
Concimazione: da praticare ogni venti giorni nell’acqua di irrigazione.
Propagazione: per seme, in primavera.
Malattie: è una pianta molto robusta, può comunque essere colpito dalle malattie che aggrediscono il peperone.
Note: molto ricco di vitamine, in particolare vitamina C, il peperoncino contiene anche carotenoidi e sali minerali.
Responsabile della piccantezza è la capsicina, un alcaloide posizionato nei semi e nella placenta.

BASILICO - MENTA - PEPERONCINO ROSSO - ERBA CIPOLLINA - ORIGANO - TIMO - POMODORO

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

Erba cipollina

Pianta erbacea perenne, possiede per le popolazioni tedesche poteri magici, infatti è stata usata fin dai tempi più antichi per scacciare il malocchio. In cucina si usa fresca per aromatizzare insalate, formaggi freschi, salse. Ha un sapore che ricorda la cipolla, ma molto più delicato.

Semina: da marzo ad agosto.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 15-20 giorni.
Altezza max pianta: 20 cm.
Germinabilità: 75%
Purezza: 95%
La confezione contiene: n. 20 semi ca.

Ditelo con Kioku!

il nome allium deriva dal celtico e significa caldo, bruciante. I popoli celtici attribuivano all’erba cipolllina poteri magici e la usavano per togliere il malocchio.

Informazioni sulla pianta

Nome botanico: Allium Schoenoprasum
Famiglia: Liliacee
Descrizione: pianta erbacea perenne, ha un bulbo ovale rivestito da tuniche grigiastre, da cui si diparte un ciuffo di foglie cilindriche strette e lunghe circa 40 cm. I fiori sono piccoli, di colore rosa viola, e sono commestibili.
Periodo di fioritura: dalla primavera a fine estate
Area di origine: zone fresche e umide di Europa e Nord America
Clima: Mediterraneo.
Esposizione e luminosità: mezza ombra, ma vegeta bene anche al sole o all’ombra..
Temperatura: sopporta bene il freddo, ma in inverno secca e rispunta in primavera. Proteggere i bulbi con paglia o tessuto non tessuto.
Terreno: predilige il terreno sciolto e ben drenato.
Irrigazione: va irrigata con regolarità, in modo da mantenere il terreno sempre umido.
Concimazione: ogni 15/20 giorni, da marzo a ottobre.
Propagazione: per seme, in primavera, o per divisione dei cespi.
Potatura: il taglio dei fiori prima che apppassiscano rende le piante più vigorose.
Proprietà: contiene vitamina C, fosforo e oligoelementi. Surrogato delle cipolle, è più digeribile ed ha un sapore più delicato.
Ha proprietà digestive, cardiotoniche, lassative e cicatrizzanti.
In cucina si usa fresca su insalate. minestre, patate, uova.
Note: non teme infestazioni da parassiti ed è una vicina preziosa per le altre piante.

BASILICO - MENTA - PEPERONCINO ORNAMENTALE - ERBA CIPOLLINA - ORIGANO - TIMO - POMODORO

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

Origano

Profumatissimo e stimolante, l’origano è un arbusto usato sin dai tempi dell’antica Roma per profumare le vivande, ma anche per disinfettare gli ambienti, bruciato in grandi bracieri assieme a timo e menta.
Ingrediente base per la pizza, in erboristeria è prescritto per asma e catarro bronchiale.

Semina: da marzo a maggio.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 7-14 giorni.
Altezza max pianta: 80 cm.
Germinabilità: 75%
Purezza: 95%
La confezione contiene: n. 20 semi ca.

Ditelo con Kioku!

Tratto dal greco “óros” = monte e gános = bellezza vistosa, splendore, origano significa “splendore delle montagne”.
Conosciuto fin dai tempi più antichi, era considerato una pianta portatrice di pace e felicità.

Informazioni sulla pianta

Nome botanico: Origanum vulgare
Famiglia: Labiate
Descrizione: pianta erbacea perenne, a fusto quadrangolare, alta tra i 20 e i 50 cm. Ha foglie verde scuro, fiori commestibili rosati o violacei riuniti in infiorescenze corimbose.
Periodo di fioritura: da giugno a settembre.
Area di origine: Europa meridionale. Cresce spontaneo in Italia.
Clima: caldo e asciutto.
Esposizione e luminosità: pieno sole.
Temperatura: teme il freddo e l’umidità. In inverno nelle zone a clima freddo va riparato.
Terreno: prospera in terreni poveri e aridi, ben drenati.
Irrigazione: va irrigato con regolarità, ma mai con abbondanza.
Concimazione: non necessita di concimazioni.
Propagazione: per seme, in primavera, o per divisione dei cespi e per talea.
Malattie: le foglie possono essere danneggiate dai raggi del sole.
Proprietà: aperitivo, digestivo, antispasmodico, antinevralgico, espettorante, antisettico, tonico, si usa in cucina per aromatizzare piatti a base di pomodoro. E’ ideale sulla pizza.
Note: teme il freddo e l’eccessiva umidità.

BASILICO - MENTA - PEPERONCINO ROSSO - ERBA CIPOLLINA - ORIGANO - TIMO - POMODORO

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

Timo

È un arbusto sempreverde molto decorativo. Gli antichi romani tonificavano il loro corpo con bagni in acqua di timo.
Il suo profumo stimola l’appetito. È apprezzato particolarmente sulle carni e favorisce la digestione dei grassi.

Semina: da marzo a maggio.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 20-25 giorni.
Altezza max pianta: 50 cm.
Germinabilità: 75%
Purezza: 93%
La confezione contiene: n. 30 semi ca.

Ditelo con Kioku!

Pianta beneaugurale, era un tempo ritenuta capace di infondere coraggio.
I soldati tonificavano il corpo con bagni nell’acqua di timo.

Informazioni sulla pianta

Nome botanico: Thymus vulgaris
Famiglia: Labiate
Descrizione: arbusto perenne sempreverde, molto ramificato, non supera in altezza i 30 cm. Ha foglie piccole verde chiaro o dorate, oppure grigioverdi, molto aromatiche.
I fiori sono bianchi o rosati, raccolti in spighe.
Periodo di fioritura: dalla primavera a metà dell’estate
Area di origine: zone occidentali del Mediterraneo.
Clima: Mediterraneo.
Esposizione e luminosità: esporre a pieno sole.
Temperatura: clima temperato, ma sopporta bene anche il freddo.
Terreno: predilige i terreni leggeri, sabbiosi e ben drenati.
Irrigazione: rifugge l'eccesso di umidità.
Concimazione: non necessita di concimazione.
Propagazione: per seme, in primavera, seminando in righe distanti 30 cm., o per talea.
Potatura: in estate una leggerissima potatura mantiene compatti i cespuglietti.
Proprietà: stimola l’appetito e facilita la digestione dei grassi.
Antisettico e antispasmodico, è anche usato come vermifugo ed espettorante.
In cucina serve ad insaporire carni, pollame e pesci.
Note: le foglie vanno raccolte quando la pianta è in fiore, per avere il massimo dell’aroma.

BASILICO - MENTA - PEPERONCINO ROSSO - ERBA CIPOLLINA - ORIGANO - TIMO - POMODORO

i fiori di kioku sono un idea regalo innovativa e originale con un fiore fai un regalo unico e originale come il basilico di genova

Pomodoro "Principe Borghese"

Bello, rosso e invitante. il pomodoro è ricco di acqua e povero di calorie. Antiossidante, ha effetti positivi su cuore e arterie, contiene sali minerali e oligoelementi, acidi organici e vitamine. Ma è anche buono come condimento per la pasta, crudo o appena scottato ed è l’ingrediente base di molti piatti della cucina mediterranea.

Semina: da marzo a giugno.
Esposizione: pieno sole.
Germinazione: 10 giorni.
Altezza max pianta: 80 cm.
Germinabilità: 80%
Purezza: 93%
La confezione contiene: n. 6 semi ca.

Ditelo con Kioku!

I radicali liberi sono responsabili del danneggiando delle membrane cellulari e "consumano" le cellule di un po' tutti i tessuti dell'organismo. Un pomodoro, ricco di betacarotene, licopene e vitamina è più efficace, contro l'invecchiamento, di qualunque medicina.

Informazioni sulla pianta

Nome botanico: Lycopersicon Esculentum
Famiglia: Solanacee
Descrizione: pianta a fusto sarmentoso, che si ramifica abbondantemente nelle parti più basse. Ha infiorescenze a grappolo. Il frutto è una grossa bacca, rossa quando giunge a maturazione, di forma e grandezza diverse a seconda della varietà.
Periodo di produzione: da luglio a settembre.
Area di origine: La storia del pomodoro inizia sulla cordigliera andina, e più in particolare in quella fascia territoriale che si estende dal nord del Cile al sud dell’Ecuador. Fu introdotta in Europa dagli Spagnoli nel XVI secolo come pianta ornamentale, ritenuta addirittura velenosa per il suo alto contenuto di solanina, sostanza considerata a quell’epoca dannosa per l’uomo. Al pomodoro venivano attribuiti misteriosi poteri eccitanti ed afrodisiaci e, per tale motivo, veniva impiegato in pozioni e filtri magici dagli alchimisti del ‘500 e del ‘600.La coltivazione a scopo alimentare conobbe un forte impulso in Europa solo alla fine del Settecento.
Clima: caldo e asciutto.
Esposizione e luminosità: pieno sole.
Temperatura: clima temperato caldo.
Terreno: prospera in qualsiasi terreno ben drenato.
Irrigazione: va irrigato con regolarità e con abbondanza.
Concimazione: concimare con fertilizzanti appositi a base di azoto, anidride fosforica e ossido di potassio.
Propagazione: per seme, in primavera.
Malattie: teme la Dorifera, gli afidi e alcune malattie di tipo crittogamico.
Proprietà: il pomodoro è un alimento amico della linea, dall’azione antiossidante e dagli effetti positivi per il cuore e le arterie.
Ha inoltre svelato negli ultimi anni delle capacità di prevenzione nei confronti di alcune delle più diffuse malattie della nostra società: le patologie cardiovascolari e alcune tipologie di tumori.
Note: effettuare la sfemminellatura, cioè l’asportazione dei germogli secondari, per dare vigore a quello principale.

TORNA SU - VAI ALLA VERSIONE FLASH

 

COS'È KIOKU
COME SI USA KIOKU
I FIORI
PER LE AZIENDE
CONTATTI

Kioku personalizzato:
l’omaggio aziendale più simpatico e innovativo!

Kioku è una fantastica idea regalo ed è anche un modo molto speciale per presentare la propria azienda. Kioku può essere infatti personalizzato a proprio piacimento: ordinando un minimo di 500 confezioni, potrai richiedere Kioku con il packaging che vorrai.
È possibile infatti produrlo con il tuo marchio, il tuo design, i tuoi colori e il tuo copy a scelta.

Potrai inoltre ordinare i semi che preferisci per fare un regalo aziendale nuovo e inatteso e per conferire alla tua azienda un’immagine originale e vincente.
Per saperne di più contattaci oppure richiedi un preventivo.

Kioku è un prodotto originale:
Gruppo InVideo - Divisione Kioku
Tel. 010 252039 - Fax 010 2544738
e-mail:

TORNA SU - VAI ALLA VERSIONE FLASH

 

COS'È KIOKU
COME SI USA KIOKU
I FIORI
PER LE AZIENDE
CONTATTI

Kioku è un prodotto originale:

Gruppo InVideo - Divisione Kioku
Tel. 010 252039 - Fax 010 2544738 - e-mail:

Vuoi diventare un rivenditore Kioku? clicca qui!

Vuoi consigliarci nuove idee per Kioku? clicca qui!

Vuoi semplicemente darci la tua opinione? clicca qui!

Per qualunque altra esigenza scrivi a:

I gadget di Kioku

Vuoi scaricare sul tuo computer gli sfondi scrivania di Kioku?

accetto

Inserisci la tua e-mail!

TORNA SU - VAI ALLA VERSIONE FLASH

cos'è Kioku idea regalo i fiori le erbe aromatiche come si usa Kioku? dillo con Kioku per le aziende
contatta Kioku diventa rivenditore di Kioku che ne pensi di Kioku? hai nuove idee per Kioku? Kioku gadgets

copyright © 2007 › Grupppo InVideo s.a.s. › tutti i diritti riservati P.IVA. 03766740108